“La luna e i falò” diventa una graphic novel

Un libro, un capolavoro, una pietra miliare della letteratura italiana, “La luna e i falò”, di Cesare Pavese, diventa una graphic novel per opera di Marino Magliani e Marco D’Aponte.

Il testo originale di Cesare Pavese è introspettivo: il percorso di una vita rivisto senza una sequenza temporale ma sull’onda di una sorta di flusso di coscienza comunicato attraverso un linguaggio universale e profondo.

La narrazione procede per eventi non ordinati cronologicamente ma che si sovrappongono e si presentano man mano che i pensieri di Anguilla, il protagonista che narra in prima persona, vengono sollecitati da un continuo confronto tra il passato e il presente, tra ciò che era e ciò che è, tra il desiderio di fuga dal mondo e l’irrompere “crudo” della realtà.

Potrebbe essere suggestivo leggere il libro ascoltando il pezzo di Gianmaria Testa “La ca s’la colin-a” (La casa sulla collina) album Extra Muros

 Il luogo dove si svolgono gli eventi è Santo Stefano Belbo nelle Langhe, in Piemonte, il periodo raccontato è la prima metà del 1900, a cavallo della seconda guerra mondiale, i temi sono quelli cari a Cesare Pavese, ossia la guerra, la descrizione tragica della vita, la descrizione del presente come contraltare al passato tradito.

La realizzazione a fumetti, in forma di graphic novel, de “La luna e i falò”, rimane, nella prima parte, perfettamente aderente alla sequenza degli eventi del romanzo originale. Una fedeltà che non è soltanto formale ma anche sostanziale in termini di tempi narrativi e di asprezza del narrare.

Nelle pagine finali del libro Marino Magliani e Marco D’Aponte inseriscono un elemento di creazione artistica dirompente: la presenza dello stesso autore, Cesare Pavese, che osserva e commenta, interagendo con la narrazione originale, insieme al suo amico Pinolo, ossia il Nuto del romanzo.

La presenza di questi due “fantasmi” genera una narrazione contemporanea alla stessa narrazione del romanzo originale e un effetto di amplificazione concettuale dei temi e delle emozioni.

Ovviamente la trasposizione in forma di graphic novel del romanzo “La luna e i falò” non può essere considerata sostitutiva della lettura del testo originale (e tantomeno una sorta di riassunto de “La luna e i falò”), ma è certamente una modalità diversa e molto efficace per rivivere le atmosfere, i luoghi e i temi caratteristici della scrittura di Cesare Pavese.

la luna e i falò cesare pavese graphic novel
La graphic novel di Marino Magliani e Marco D’Aponte

«Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti» (C. Pavese – La luna e i falò)

La luna e i falò – Graphic Novel: http://amzn.to/2NJzIor

La luna e i falò – ed. integrale: https://amzn.to/3qFl1RV